Susanna Berra

Arch Viz

Il mio primo approccio all'Arch Viz (Visualizzazione Architettonica) è stato durante la mia laurea triennale in Architettura, durante la quale sono stata profondamente coinvolta nella rappresentazione visiva dei progetti architettonici. Ho consequentemente sviluppato un grande interesse per l'argomento, che ho esplorato in modo analitico nella mia tesi triennale "Comunicare l'architettura oggi. La rappresentazione del progetto attraverso lo sguardo degli architetti contemporanei"Da lì, lo step successivo è stato spostarmi direttamente nel campo del Design.
Sono qui presentati i risultati di tre dei miei progetti universitari, che presentano alcune differenze stilistiche a seconda dello scopo specifico del progetto. I materiali sono organizzati sia per progetto che per tipologia di elaborato.

Contributo personale

Parte nello sviluppo dei concept
Modellazione 3D, rendering, postproduzione e intera presentazione grafica

(Ri)Connettere
Una nuova vita per la stazione di Sulmona

Il progetto lavora sull'area abbandonata della stazione di Sulmona-Introdacqua, attraverso la progettazione di tre nuovi edifici e la riqualificazione dei due esistenti (la stazione stessa e un ex deposito). La funzione principale per i nuovi edifici è di rimettere in contatto sia turisti che cittadini con le tradizioni di artigianato locale. Il progetto del masterplan si basa su una serie di direttrici che guidano le direzioni degli edifici verso i punti focali nelle città circostanti. Queste città sono anche coinvolte in una rete di mobilità lenta con lo scopo di riscoprire il territorio rendendolo di nuovo accessibile a tutti.

sviluppato in: 5 mesi - da ottobre 2016 a febbraio 2017
team: Susanna Berra, Daniela Bucchi, Silvia Caldi
strumenti: AutoCAD, ArchiCAD, Adobe Photoshop/ Illustrator/ InDesign

Talking through lines
La chiesa del dialogo

Partendo dai concetti di culto e socialità e le loro relazioni, il progetto mira alla riqualifica dell'area di Piola (Milano) attraverso la costruzione di una nuova chiesa e complesso parrocchiale al posto di quelli attualmente esistenti. L'area è stata divisa in due parti per facilitare la connessione tra Città Studi e la fermata della metropolitana di Piola. Sulla sinistra di questo nuovo attraversamento si sviluppa la parte del culto; sulla destra, l'edificio che ospita le funzioni di socialità. La chiave del dialogo tra i due concetti, espressa dai due diversi edifici, è lo spazio condiviso in mezzo e sotto di essi, dove socialità e culto, apparentemente separati, possono essere connessi.

sviluppato in: 5 mesi - da marzo 2017 a luglio 2017
team: Susanna Berra, Maria Bernardinello, Daniela Bucchi
strumenti: AutoCAD, ArchiCAD, Blender, Adobe Photoshop/ Illustrator/ InDesign

In Between
Un nuovo spazio per lavorare e abitare

Il progetto è una rivisitazione dei classici spazi di coworking, per esplorare un ambiente che può essere usato sia per lavorare che per vivere insieme. Il target del progetto, vista la località all'interno della Triennale di Milano, è composto da studenti, designer o artisti che vogliono uno spazio per lavorare in autonomia o in gruppo per un certo periodo di tempo, ispirandosi a vicenda. Il progetto fa fronte alle necessità degli utenti che vogliono essere parte di questa esperienza per qualche ora, giorno o anche settimana, fornendo loro gli spazi per lavorare e abitare di cui hanno bisogno per la durata di permanenza scelta. Sono previsti inoltre spazi per mostrare i lavori, confrontarsi e condividere idee e ispirazioni.

sviluppato in: 5 mesi - da ottobre 2017 a febbraio 2018
team: Susanna Berra, He Yun
strumenti: AutoCAD, ArchiCAD, Blender, Adobe Photoshop/ Illustrator/ InDesign

Disegni tecnici

Render

Scroll to Top